Gif, perché le amiamo?

Home  /  Blog & Storytelling  /  Gif, perché le amiamo?

Le gif sono dappertutto. Pur avendo 25 anni resistono e tornano prepotenti sui social a farci ridere e riflettere.
Avete visto John Travolta aggirarsi spaesato per il web? O il cantante Drake fare una partita a fruit ninja?

Il  gif (Graphics Interchange Format) è un formato per immagini digitali di tipo bitmap molto utilizzato nel Web, l’estensione GIF viene usata per i file di grafica memorizzati secondo uno standard definito . Il numero massimo di colori visualizzabili è 256 ma tra i punti di forza di questo formato vi sono la possibilità di creare immagini animate; molto spesso viene usato per le animazioni e in secondo piano per le immagini fisse. “GIF” spesso è pronunciato all’inglese con la g dura (ghif), ma la pronuncia definita dai suoi creatori nella documentazione ufficiale è con la g dolce (jif).


Oggi, attraverso internet, abbiamo accesso a un’enorme quantità di video. E a pensarci bene le GIF animate non sono altro che frammenti isolati di un filmato. Allora perché le amiamo così tanto?

gif

Font: Ad Minchiam

Un altro motivo è che le GIF fanno ormai parte del linguaggio che utilizziamo sul web; fanno in modo di immortalare scene della cultura pop. Sono un modo di creare contenuti e non dovrebbero mancare in una buona strategia di content marketing.

Non siete dei grafici ma volete creare delle GIF animate per il vostro content marketing? Ecco qualche piccola dritta.

Se avete qualche nozione di Photoshop andate sul sicuro e vedrete che risultati.

Per approfondire: Come creare una gif animata

Se invece volete dilettarvi ecco una breve lista di tool utili per crearle: 

GIFMAKER l’utilizzo è molto semplice, infatti vi basterà incollare il link di un video Youtube, Vimeo, Vine o qualsiasi url video per iniziare a creare la tua GIF;

GIMP è forse il miglior programma gratuito per l’elaborazione di immagini. Le palette di GIMP sono del tutto simili a quelle di Adobe Photoshop, rendendo così più facile l’utilizzo anche da parte di utenti meno esperti. Con GIMP è possibile intervenire su foto e immagini, ma anche lavorare sulle gif animate. I formati supportati da GIMP sono parecchi, tra cui BMP, JPG, PCX, PNG, PS, TIF, TGA e XPM. E’ interamente in italiano.

POWER POINT ebbene sì anche con il software per presentazioni di Microsoft è possibile creare GIF.
Basta un po’ di creatività e applicando movimenti, tra una slide e l’altra, a delle scritte o figure si possono ottenere dei buoni risultati.

Vuoi saperne di più su blog e content marketing?
Iscriviti alla newsletter qui sotto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *