Come scegliere un buon dominio per un sito web

Home  /  Web Marketing  /  Come scegliere un buon dominio per un sito web

Sei curioso di capire come scegliere un buon dominio per un sito web, conoscere gli strumenti che possono facilitarti nella ricerca dei nomi che possono aiutarti sin da subito per un buon posizionamento nei motori di ricerca? Scommetto di si.

La fase che precede la realizzazione di un qualunque progetto web è sicuramente quella inerente alla scelta di un buon dominio, che risulti al contempo identificativo per il proprio brand ma anche strategico per un buon posizionamento nei motori di ricerca.

Per questo motivo è utile seguire alcune piccole, ma importanti linee guida, in questa delicata fase. In particolare il nostro dominio dovrebbe:

  1. Essere facile da descrivere e da ricordare: se il dominio presenta trattini o parole complesse non sarà semplice da comunicare;
  2. Essere in grado di trasferire autorevolezza: se il dominio scelto ha un nome di impatto difficilmente verrà dimenticato degli utenti;
  3. Essere geolocalizzato: se il nostro business è strettamente legato al territorio in cui ci troviamo, allora inserire il nome della località di riferimento nel dominio potrebbe essere una scelta vincente;
  4. Contenere le parole chiave identificative del business: avere una parola chiave del proprio business all’interno del proprio dominio potrebbe facilitarti ai fini SEO e quindi nel lavoro di posizionamento del tuo sito web.

Focus

I domini si possono classificare in:
1° Livello: rappresenta la sigla che segue il punto (.it) anche detto Top Level Domanin (TLD);
2° Livello:
 dominio.it rappresenta un dominio di secondo livello;
3° Livello: 
blog.dominio.it rappresenta un dominio di terzo livello.

La prima fase, che segue la scelta, è sicuramente legata alla Branding Protection, ossia garantire che il nostro dominio non possa essere acquisito da altre persone (magari dagli stessi concorrenti) al fine di attirare a sé traffico di utenti in target con il loro business. Per garantire la nostra brand identity, infatti, non sarà sufficiente acquistare una sola estensione a dominio (ad esempio solo www.miodominio.it), ma sarà necessario garantirsi la titolarità delle principali estensioni (ad esempio www.miodominio.com, www.miodominio.net, www.miodominio.org, etc.), oltre che acquistare i domini che potrebbero rappresentare una minaccia diretta per il nostro business in quanto similari al nome da noi scelto.

L’estensione scelta influenzerà in buona parte il vostro ranking (valutazione) sui motori di ricerca, pertanto non fate l’errore di dedicare poco tempo alla scelta. Il vostro impegno iniziale sarà successivamente premiato. 


Passiamo all’analisi di alcuni strumenti che possono facilitare la ricerca del dominio ed avere suggerimenti durante la fase di definizione del nostro progetto Web:

  • Bustaname.com: consente di inserire una o più parole chiave. Successivamente ne farà il match ed infine suggerirà una lista di domini che più rispondono ai nostri criteri. Consente anche di scegliere l’estensione del nostro dominio, il numero di parole chiave in esso contenute e la presenza o meno di caratteri speciali. Il tool è in grado anche di offrire soluzioni alternative rispetto alle parole chiave digitate, in modo da semplificarci nel processo di ricerca di ulteriori spunti;
  • Domainr.com: consente di trovare velocemente i domini disponibili in base alle parole chiave digitate, offrendo u servizio di creatività anche per quanto riguarda le estensioni a dominio;
  • Namemesh.com: offre soluzioni creative rispetto alle parole chiave digitate, suggerendo delle estensioni a dominio ance piuttosto inusuali (.io, .co, etc.) che però risultano estremamente performanti dal punto di vista SEO;
  • 123finder.com: cliccando su “Advanced Domain Search” è possibile inserire delle regole per la costruzione del dominio un pò come negli altri strumenti. La particolarità di quest’ultimo tool sta nella sezione “Keywords from URL” che suggerisce la costruzione di un nuovo dominio partendo dall’analisi delle parole chiave di un sito già esistente (ad esempio quello di un concorrente ben posizionato sul web).
  • Knowem.com: fornisce informazioni sulla disponibilità del vostro dominio scelto all’interno dei social network. Ossia se il nome da voi selezionato per l’acquisto del dominio (ad esempio www.miosito.com) è disponibile per la costruzione delle pagine sui social network (ad esempio www.facebook.com/miosito)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *